venerdì, 17 novembre 2017 22:06:32
Finanziamenti a Fondo Perduto Regionali ed Europei

FINANZIAMENTI EUROPEI E INCENTIVI ALLE IMPRESE

USCIRE DAI DEBITI DI 2 ANNI DI ATTIVITA’ E RIPIANARLI IN 2 MESI – il caso della commerciante Jeanne

debito

Ho ripianato i debiti di 2 anni di attività in perdita nei due mesi dopo Intraprenditori Live.

Uscire dai debiti negozio di ingrasciotta

Jeanne Ingrasciotta

NOME ATTIVITÀ: Divina

TIPO DI ATTIVITÁ: Negozio di Abbigliamento e accessori donna

CITTÀ: Castelvetrano (TP)

Quando Jeanne è arrivata ad Intraprenditori Live aveva le spalle appesantite da tante scelte sbagliate.

Originaria di Parigi, il suo sogno era sempre stato quello di portare il suo gusto ricercato e la sua personalità nella tradizionalista Sicilia.

Per realizzare il suo progetto aveva aperto un negozio di arredamento etnico, ma senza prima condurre un’analisi di mercato…ed in effetti un mercato locale non c’era, per cui Jeanne era stata costretta ben presto a chiudere l’attività.

Al suo posto aveva aperto un negozio di borse e calzature artigianali e fatte a mano, che sembravano incontrare maggiormente il gusto del pubblico locale.

Sull’onda di questo entusiasmo aveva deciso di aprire un secondo punto vendita, di ampliare l’assortimento acquisendo dei brand famosi e di rilevare un ulteriore negozio di abbigliamento per bambini.

Tutto ciò in un periodo in cui la gente iniziava ad acquistare di meno.

Dice Jeanne di sè:

Sono una persona dinamica, non ho mai analizzato troppo il mercato, mi sono sempre fatta guidare dall’istinto

I nuovi brand acquisiti, purtroppo, non decollavano ed intanto le spese per la gestione dei tre negozi erano fuori controllo. Così Jeanne decide di concentrare tutto in un unico punto vendita: abbigliamento donna, borse, calzature ed anche abbigliamento bambini.

LA SCELTA PORTA IL CAOS.

La gente non aveva più chiaro cosa vendessi. Avere più cose in un unico negozio non solo non mi stava portando più clienti, ma stava anche allontanando i clienti che già avevo

Nel frattempo questa situazione iniziava a pesare anche sul piano personale: Jeanne si sentiva annullata pensando che la gente non capisse il suo stile ed era assalita dal dubbio se chiudere o no l’attività.

Mentre i debiti aumentavano a dismisura e Jeanne stava perdendo il suo negozio, le balenava l’idea di lasciar tutto e tornare a Parigi, città a cui si sentiva legata a doppio filo.

Per fortuna la sua determinazione e passione erano tali da spingerla a non desistere e ad alzarsi anche alle 5 del mattino per creare una vetrina. Jeanne vedeva che intorno a lei esistevano delle realtà imprenditoriali che funzionavano e sapeva di potercela fare. Ma sentiva che le mancava uno slancio per riuscirci.

Questo è il bagaglio di fatti, esperienze ed errori che nel 2015 Jeanne porta con sé ad Intraprenditori Live. Da un lato la determinazione e la caparbietà di farcela, dall’altro la frustrazione legata al conflitto tra i suoi tre mondi: se stessa – il suo negozio – Parigi.

L’illuminazione arriva con un esercizio di Tappa 2 del Metodo Intraprenditori: Jeanne mette per iscritto l’identikit della sua cliente ideale, una donna con gusti ricercati, che esprime la propria personalità attraverso l’abbigliamento, che apprezza il capo unico e non ama vestirsi in maniera standardizzata.

Intuisce, quindi, che esiste un’esigenza di ricercatezza ed unicità nel suo mercato locale che non trova soddisfazione nell’offerta dei concorrenti e che, invece, lei potrebbe soddisfare in maniera unica.

E lì appare evidente quello che era sempre stato sotto i suoi occhi e che fino ad allora non era riuscita a vedere: la sua differenza poteva derivare solo dall’unione di quei mondi che lei tendeva a mantenere separati.

 

Già da un paio di stagioni aveva iniziato ad acquistare dei capi da Parigi, e ora Jeanne capisce che quella può essere la sua vera differenza, il cavallo vincente su cui scommettere.

Pianifica così un nuovo viaggio a Parigi e al suo ritorno porta con sé altri abiti di maison francesi. Un solo capo per taglia.

Era l’unico modo per avere un prodotto che non aveva nessun altro, ma anche per riconnettermi a Parigi, cosa di cui avevo bisogno.

Quello che mi ha dato coraggio è stato vedere che le mie clienti non compravano solo gli abiti ma la mia abilità di assemblare i capi per creare un abbigliamento ricercato. Con una foto su Facebook ieri ho portato in negozio una nuova cliente che ha speso €850,00 in mezz’ora e ce ne sono tante altre come lei.

Sono certa che questa sia la mia differenza, perché anche se un mio concorrente acquistasse abiti da Parigi non sarebbe la stessa cosa: non è una questione di solo gusto, ma di filosofia!

Jeanne inizia a diffondere con convinzione la sua differenza, prima con gli abiti e i marchi selezionati, poi anche attraverso la comunicazione nel punto vendita.

In breve tempo si trova ad avere nel suo negozio nuove clienti perfettamente in linea con l’identikit che aveva tracciato al corso.

Mi sembra incredibile riuscire ad attirare proprio le clienti che sono come me” dice. “Prima le clienti parlavano del prezzo ancor prima di entrare in negozio. Oggi sembra che non importi più a nessuna quanto costano i miei capi: non comprano quelli, comprano altro.

Certo non entrano in negozio moltissime persone, ma quelle che entrano sono quelle giuste e ho calcolato che in 2 casi su 3 comprano; quando non comprano è quasi sempre per un problema di misura

Nel frattempo Jeanne mette in atto alcune azioni operative per comunicare ancora meglio la sua differenza:

  • modifica la comunicazione su Facebook, mettendo al centro non più gli abiti, ma l’unicità, Parigi e la sua consulenza di moda;
  • organizza eventi ispirati agli ambienti parigini, in cui far sfilare i nuovi abiti e farsi conoscere;
  • progetta nel proprio negozio ambienti e momenti chic dedicati all’intrattenimento pomeridiano per donne;
  • rinforza il suo posizionamento di negozio dallo stile ricercato, affiancando agli abiti parigini borse e scarpe artigianali di alta qualità.

Avevo iniziato ad acquistare borse e scarpe economiche, pensando che le mie clienti non acquistassero per il prezzo, ma non era così ed io mi stavo deposizionando. Così dopo Intraprenditori Live ho capito che dovevo reintrodurre borse di qualità e artigianali.

Per conoscere meglio le sue clienti, Jeanne inizia a costruire un database di contatti. Nel giro di pochi mesi raccoglie 500 schede clienti dettagliatissime in cui annota dati anagrafici, prodotti acquistati, frequenza d’acquisto e gusti della cliente.

In questo modo inizia anche a misurare i risultati e a determinare il fatturato prodotto da ogni cliente e da ogni brand.

Mi ero quasi arresa, avevo fatto entrare troppe persone nelle decisioni riguardanti la mia attività. Intraprenditori Live mi ha dato il coraggio di ricominciare da me. Quando tu pensi che è tutto finito, invece è l’inizio di tutto!

Lo so che può sembrare strano, ma io non ho altre parole per definire quello che è successo: è un miracolo! Nel solo mese di agosto ho fatturato +300% rispetto all’anno precedente ed entro la fine dell’estate, cioè nei due mesi dopo il corso, sono riuscita a ripagarmi tutti i debiti accumulati in 2 anni di attività in perdita

GLI INSEGNAMENTI CHE PUOI TRARRE DA QUESTA STORIA:

  • non sottovalutare mail l’analisi di mercato: l’istinto è una dote importante dell’imprenditore, ma deve sempre trovare conforto nello studio dei clienti e della concorrenza, altrimenti rischia di suggerire idee che solo l’imprenditore ritiene valide e il mercato no;
  • siediti a tavolino e definisci l’identikit del tuo cliente ideale: ti aiuterà enormemente a capire come raggiungere il tuo pubblico target, come comunicare con lui e come attirarlo verso la tua impresa locale;
  • la tua differenza può essere qualcosa che hai già iniziato a fare in maniera inconsapevole, ma finché non punterai con convinzione su di essa (e non la comunicherai nelle tue azioni di marketing!) non otterrai risultati sorprendenti;
  • fissati come obiettivo di conoscere “i numeri” della tua impresa: misurare i risultati è la base per poter prendere decisioni profittevoli e per sapere come stanno andando le tue azioni di marketing.

COME HA FATTO JEANNE ?

Vuoi scoprire il Sistema Intraprenditori che ha permesso a Jeanne di TRASFORMARE i risultati della sua attività?
Inizia da questo percorso gratuito: SCARICA I 3 VIDEO GRATUITI QUI

scarica i 3 video gratuiti  (http://intraprenditori.com/liberalatuaimpresa?track=contributiregione.it)

scarica i 3 video gratuiti

 


Ti piace questo articolo? Condividilo!

Info sull'Autore

Lascia Un Commento