APRIRE UN’AFFITTACAMERE CON I CONTRIBUTI AGEVOLATI

Hai la disponibilità di alcuni  immobili  e vuoi aprire un’attività per realizzare dei profitti?

Vuoi aprire un’affittacamere o Bed and Breakfast?

Va subito sottolineata la differenza tra le due tipologie di attività.

Casa da affittare: una rendita
Casa da affittare: trasformarla in una rendita

Aprire un’Affittacamere è senza dubbio un ottimo trampolino di lancio per il tuo Progetto d’impresa.

Cos’è il Bed & Breakfast e perché NON può essere Finanziato?

Si definiscono Bed & Breakfast (B&B) le strutture che offrono alloggio con massimo tre camere, quindi un ridotto numero di posti letto. Si esercitano privatamente senza aprire la partita iva. Hanno la caratteristica di offrire solitamente solo un servizio stagionale o comunque saltuario.
L’attività di B&B quindi non è un’attività d’impresa.

Il primo requisito fondamentale per accedere ai bandi per i finanziamenti è quello di aprire una nuova impresa.

Per questo motivo, il Bed & Breakfast non viene finanziato, rimane un’attività gestita da privati nel tempo libero.

Per poter accedere ai contributi per le imprese occorre offrire un maggior numero di stanze e una attività svolta tutto l’anno.

Perché Aprire un’Affittacamere può permetterti di accedere ai Contributi a Fondo Perduto?

Per esercitare l’attività di affittacamere, invece, occorre aprire la partita iva. Solitamente si tratta di strutture che offrono un numero di camere e posti letto superiore ai B&B. Inoltre gli affittacamere sono aperti tutto l’anno.

Il turismo italiano è rappresentato per la maggior parte da single e famiglie che desiderano trascorrere vacanze rilassanti, tranquille, immersi nel verde o nelle nostre splendide spiagge marine. Sicuramente le strutture ricettive extra-alberghiere diventano meta e punto di riferimento per tutti questi turisti. aprire un affittacamere con le agevolazioni

Le attività di affittacamere negli ultimi anni hanno visto un aumento di prenotazioni importante, specialmente in quelle strutture che offrono anche servizi aggiuntivi come la disponibilità di una cucina con cui l’ospite può prepararsi da solo la prima colazione e i pasti giornalieri (pranzo e cena).

La domanda che mi sento spesso rivolgere è: “ci sono contributi a fondo perduto e agevolazioni che mi aiutano a realizzare il mio sogno?”

La risposta a questa domanda è:

Si, esiste un bando attivo su tutto il territorio nazionale che finanzia le nuove attività ricettive con una agevolazione che può arrivare al massimo di 50.000 euro.

Le spese che vengono finanziate riguardano gli acquisti di:

  • attrezzature,
  • arredamenti,
  • impianti,
  • solo in minima parte sulla ristrutturazione dei locali, alle utenze (telefono, luce, acqua ecc…), alle materie prime.

Prendiamo come esempio un’attività di affittacamere che possiede tutti i requisiti per accedere all’agevolazione. Il primo requisito fondamentale è che il titolare (ditta individuale) o almeno la metà dei soci (società di persone) siano non occupati, ed almeno un socio con meno di 30 anni di età.

Esempio Pratico:

Supponiamo che il titolare possiede i requisiti per accedere al bando ha preventivato di spendere:

  • 30.000 euro in arredi, letti, armadi, suppellettili, attrezzature,
  • 15.000 euro in affitto annuale per 8 stanze (20 posti letto), circa 1.300 euro al mese,
  • 5.000 euro in materiali di consumo di pulizia, utenze, elettricità, acqua
  • TOTALE = 50.000 euro

Il titolare quindi beneficerà di un finanziamento in cui:

  • non verranno richieste firme di garanzia o immobili intestati a garanzia,
  • dovrà restituirlo solo a partire dal sesto mese dopo l’avvio dell’attività (quindi ha 6 mesi di tempo per avviare ed incassare dai clienti),
  • un prestito a tasso zero (zero interessi),
  • durata 7 anni (anzichè 5 anni).

Ma se ti dicessi che c’è un’alternativa davvero interessante?

Se sei proprietario di un immobile di tua proprietà che vuoi renderla un Affitta camere ma ha bisogno di urgente ristrutturazione, questo è il momento giusto per farlo!

Grazie al nuovo  Decreto Rilancio Italia, c’è il Contributo al 110% che incentiva e favorisce i lavori di ristrutturazione edile e di riqualificazione energetica della tua casa, sia che tu abiti in un condominio sia tu abbia una casa di tua proprietà.

Questo Superbonus è valido anche per chi come te ha un affittacamere!

Ecobonus al 110%: come funziona il contributo?

Il nuovo Ecobonus al 110% sarà accessibile attraverso questa modalità davvero interessanti:

Modalità 1: Cessione del Credito alla Banca

In questo modo puoi recarti presso la tua banca per ottenere un prestito per poi ripagarla con la cessione del credito.

Il 10% extra consentirà al beneficiario di pagare gli interessi collegati al finanziamento.

Il prestito sarà utilizzato per pagare l’impresa che ha realizzato i lavori.

Nel caso si scelga la cessione del credito all’impresa che effettua i lavori si avrà concretamente uno sconto in fattura.

L’impresa potrà utilizzare il credito compensandolo con il Fisco oppure cedendolo agli istituti bancari.

Modalità 2: sconto su Fattura

La ditta edile emetterà una fattura con l’importo pari alla detrazione con la quale potrà recuperare la somma sotto forma di credito d’imposta, con facoltà di successiva cessione.

Quali lavori sono ammissibili dall’Ecobonus al 110%

La possibilità di applicare sconto in fattura o cessione del credito riguarda i lavori sostenuti nel 2020 e nel 2021.

Si applica a tutti i lavori di riqualificazione energetica e riduzione del rischio sismico per i quali è prevista la nuova detrazione al 110% dal primo luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Nello specifico sono ammessi i lavori di:

  • Ristrutturazioni edilizie: lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati sulle parti comuni degli edifici condominiali
  • Efficienza energetica: lavori di riduzione fabbisogno energetico, miglioramento termico edificio, pannelli solari, sostituzione impianti riscaldamento
  • Lavori antisismici: sono i lavori che riducono il rischio sismico
  • Installazione di impianti solari fotovoltaici.
  • Installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.

Chi può accedere all’Ecobonus al 110%

Tutti i privati che devono svolgere attività di restauro della propria abitazione (privata o condominiale).

Scopri di più sull’Ecobonus al 110% in questo ultimo nuovo Articolo:

 

Vuoi rimanere aggiornato sul nuovo Superbonus al 110%?

Compila il Webform qui sotto e ricevi gratuitamente i miei suggerimenti pratici

 

Il tuo immobile è in una zona rurale o agricola?

Nel prossimo articolo scoprirai come aprire una Country House.
Ti mostrerò anche come farti finanziare importi che superano i 30.000 euro ed arrivare anche a 120.000 euro.

Esiste l’alternativa agli Affittacamere?

Sì, basta solo mettere in pratica qualche idea originale come hanno fatto Ashley e Jason >> Vai al loro Caso di Successo.

Ti aspetto per i prossimi aggiornamenti,

Fabio Centurioni




Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo con i tuoi amici
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su skype
Condividi su telegram
Condividi su print
Iscriviti
Notificami
guest
198 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Mirko Capobianchi
Mirko Capobianchi
3 mesi fa

Buonasera,io e mio fratello abbiamo 24 anni ed abbiamo un casale di circa 100mq immerso nella natura ma a pochi km da Roma e ci piacerebbe farci un b&b,possiamo fare domanda per finanziamenti a fondo perduto? Grazie in anticipo per la risposta e la disponibilità 🙂

Sara Alampi
Sara Alampi
3 mesi fa

Buonasera! Vorrei ristrutturare la tenuta di famiglia per realizzare un B&B. Posso far richiesta di finanziamenti già questo mese? Grazie in anticipo.

luigi
luigi
5 mesi fa

salve io possiedo un immobile di piani 2 circa 4 posti letto per piano in zona centro storico … da ristrutturare e l’idea fare attivita’ affita camere …. ovviamente mi servono dei finanziamenti per poter avviare l’attivita’ a quali fondi posso accedere e come???

Francesco
Francesco
6 mesi fa

Salve, ho un immobile in una zona agricola in Calabria, posso aprire una Country House e quali sono i finanziamenti?

Marco
Marco
9 mesi fa

Buongiorno, Io con una mia amica dovremmo rilevare una attività di affittacamere già avviato nel centro storico di Cagliari. La domanda è questa, possiamo usufruire del finanziamento di € 40,000 appunto per rilevare l’attività?
Grazie

Mariella
Mariella
9 mesi fa

Si ,ma vorrei sapere a chi rivolgermi e se c’è un finanziatore o un bando ,non mi occore neanche tanto ,massimo 10,000 €

Franco
Franco
11 mesi fa

Assolutamente sì molto interssante

paolo ferrando
paolo ferrando
4 anni fa

dove posso avere tutte le informazioni necessarie per poter richiedere un prestito a fondo perduto per l’attivita di affittacamere? sto facendo una ricerca su internet, ma mi riporta sempre a questo sito! grazie in anticipo!

Fabrizio
Fabrizio
4 anni fa

Buon giorno,
Avrei bisogno di conoscere se ci sono possibilità di chiedere aiuti economici per comprare la licenza di un albergo con 10 camere.
Grazie
F.

MICHELA
MICHELA
5 anni fa

Ciao Fabio, ho acquistato da poco una proprietà con un 1 ettaro e mezzo di terreno tutto pianeggiante + 2 ruderi di metri complessivi circa 180 in Calabria nelle prossimità della località di Capo Vaticano. Come ho già letto non ci sono contributi per ristrutturare gli immobili, ma per il passo successivo cioè arredi, ristorazione ecc… Il mio desiderio sarebbe di creare un’attività sia produttiva che ricettiva, una fattoria didattica, u n campo sportivo sia da tennis che da basket, una piscina. Attualmente io lavoro partime in un ufficio che svolgiamo pratiche agricole e mi è sto consigliato di avviare… Leggi il resto »

Autore Dell’articolo

Bandi in Anteprima?

Grazie alla Newsletter INFO BANDI ricevi con mesi di anticipo le News sui Bandi e Agevolazioni per la tua impresa!

NON RIMANERE ESCLUSO!