Decreto Rilancio Italia: Contributi a fondo perduto per le imprese danneggiate dall’emergenza Covid 19

Decreto Rilancio Italia : Contributi a fondo perduto per le imprese danneggiate dall’emergenza Covid 19

Nuovo Decreto Legge “RILANCIO ITALIA” in uscita a Maggio.

Ecco le anticipazioni del Ministro dell’Economia Gualtieri e del Presidente del Consiglio Conte alla conferenza in diretta Tv di ieri.

Finalmente un Contributo a Fondo perduto sul calo del fatturatoa favore di attività che hanno subito di più i danni dell’emergenza Covid.

Sarà un contributo da non restituire, per tutte le microimprese, piccole imprese, includendo anche artigiani e commercianti, fino a 5 milioni di euro di fatturato.

Fasce di Contributo alle imprese Decreto Rilancio Italia:

  • da minimo 2.000 euro, per chi ha subito il danno più leggero,
  • ad un massimo 41.000 euro, per chi è stato maggiormente danneggiato.

Il  Consiglio di ministri è orientato all’approvazione della bozza che hanno anticipato durante la diretta televisiva.

Sono previsti i seguenti Passaggi
per Assegnare la Sovvenzione

Come sarà calcolato il Contributo?

Il calcolo si farà tra la differenza tra il mese di aprile 2019 (di piena attività) e aprile 2020 (totale chiusura delle attività).

L’agevolazione arriverà a chi ha avuto una riduzione di fatturato per almeno il 33% rispetto ad aprile 2019.

L’importo della sovvenzione è calcolato sul calo annuo di fatturato e si articola in tre scaglioni:

  • 20% della differenza se fattura fino a 100mila euro,
  • 15% fra 100 e 400mila euro,
  • 10% fino a 5 milioni di euro.

 

Come funzionerà il Contributo?

Gli Esempi Pratici:

Esempio N.1:

Un’impresa con fatturato 2019 di 2 milioni di euro (ricade nella terza fascia fra quelle sopra esposte).

La differenza fra ricavi aprile 2020 e aprile 2019 è pari a 200mila euro: riceverà un contributo a fondo perduto di 20.000 euro.

Esempio N.2:

Azienda che fatturava nel 2019 euro 400.000 (cade in fascia n.2).

La differenza Aprile 2020 su aprile 2019 è di euro 100.000, riceverà un contributo a fondo perduto di euro 15.000.

Per le imprese che fatturano più di 5 milioni di euro, si prevedono strumenti a sostegno della ricapitalizzazione, attraverso benefici fiscali e non solo: si parla di ingresso nel capitale, o comunque di sostegno nell’emissione di strumenti finanziari.

Contributi Aggiuntivi dalle Regioni

Per sostenere le imprese i contributi regionali potranno sommarsi alle agevolazioni statali.

Grazie alle nuove regole della Comunità Europea anche Regioni, Province, Comuni, INAIL e Camere di commercio potranno dare sostegno alle attività produttive e commerciali con sovvenzioni dirette, rimborsi, anticipi e agevolazioni fiscali.

L’importo massimo degli aiuti che gli Enti locali potranno concedere arriverà fino a 800 mila euro per singola impresa (120mila per quelle della pesca e 100mila per le aziende agricole).

Si potranno aggiungere garanzie e tassi di interesse agevolati sui prestiti, per ricerca e sviluppo.

EMERGENZA COVID 19 – DECRETO RILANCIO ITALIA

CLICCA SULL’IMMAGINE PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO

Ti aspetto per i prossimi aggiornamenti,

Fabio Centurioni

Dottore in Economia e Amm. delle Imprese

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo con i tuoi amici
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su skype
Condividi su telegram
Condividi su print

3
Scrivi il tuo commento

avatar
1 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
DavideFabio Centurioni Recent comment authors
  Iscriviti  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Davide
Ospite
Davide

Salve,

Per le p.iva aperte dopo Aprile 2019 sono previsti contributi a fondo perduto?

Grazie

Autore Dell’articolo