Bonifica amianto con fondo perduto al 65% bando inail per rimozione eternit

Incentivi per la sostituzione e rimozione dell’ETERNIT (AMIANTO) dai capannoni industriali o laboratori artigianali. 

ATTENZIONE: Si deve trattare di RIMOZIONE ETERNIT DAL TETTO! 

CONTRIBUTI AL 65% PER BONIFICA AMIANTO SMALTIMENTO ETERNIT
CONTRIBUTI AL 65% PER BONIFICA AMIANTO SMALTIMENTO ETERNIT

TIPOLOGIA DI PROGETTI FINANZIABILI:

Rientrano i progetti di rimozione e smaltimento dei manufatti contenenti amianto in matrice cementizia e/o resinosa presenti in immobili in cui si svolgono attività produttive, terziarie e commerciali, sedi di lavoro di almeno una persona (anche il solo titolare della ditta)

SCOPRI CHI E’ ESCLUSO DAL CONTRIBUTO DEL 65%

ACCENDI L’AUDIO E CLICCA SU PLAY

(l’episodio di come è stata salvata la ditta è al min.1’43)

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese, al netto dell’I.V.A., chiaramente e strettamente limitate ai costi di investimento necessari per conseguire gli obiettivi di protezione ambientale  direttamente connesse alla realizzazione dell’intervento

Nello specifico, sono ammissibili unicamente le seguenti voci:

– spese connesse alle attività di rimozione e smaltimento di manufatti contenenti matrice cementizio e/o resinosa, ivi comprese quelle inerenti l’approntamento delle condizioni di lavoro in sicurezza;

– spese per consulenze, progettazione, sviluppo e messa a punto degli interventi, sostenute anche con personale interno, nella misura del 10% dell’importo di cui al punto precedente, ritenuto ammissibile.

SPESA MINIMA PER POTER PARTECIPARE:

I progetti presentati dovranno avere un costo complessivo non inferiore a € 8.000

Non sono finanziabili:

– spese che riguardano la sola ristrutturazione edile di capannoni,

– spese di edilizia che non hanno nulla a che fare con l’aumento della sicurezza dei lavoratori o con il miglioramento delle condizioni di salute dei soci o dipendenti.

Contributo inail Smaltimento Eternit Bonifica amianto
Bando inail Smaltimento Eternit e Bonifica amianto

– Sono ammesse ristrutturazioni edili solo se sono collegate all’installazione del ciclo produttivo all’interno dei luoghi di lavoro.

– Attenzione: non è permessa il solo smaltimento dell’eternit – ad esempio quello che si trova già a terra (perchè era stato rimosso in passato) ma occorre procedere dalla rimozione dal tetto e successivo smaltimento.

PER NON ESSERE ESCLUSO

SCARICA IL MODULO PUNTI:

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su skype
Condividi su telegram
Condividi su print

Autore Dell’articolo

CATEGORIE