COMMERCIO DI PELLET E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

Stai cercando un’opportunità di guadagno e di soddisfazione personale?

Il commercio di pellet può essere una valida opportunità.

L’Italia rappresenta uno dei più grandi mercati per i sistemi di riscaldamento con il pellet in Europa grazie agli enormi vantaggi che può offrire rispetto ai combustibili tradizionali.

Risparmio economico ed energetico sono le motivazioni principali che spingono le famiglie italiane all’acquisto di questo prodotto. Il numero si stufe a pellet installate nel nostro Paese è circa di 1,5 milioni di unità.

 

COME INIZIARE L’ATTIVITA’ CON I CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

Ai nuovi imprenditori verrà concesso un contributo pari al 50% dell’investimento da effettuare (da non restituire) concedendo per il restante 50% un finanziamento a rate a tasso agevolato.

Scarica da questo link la lista dei beni agevolabili https://www.contributiregione.it/impresa_nuova.php

 

Ecco i requisiti fondamentali per poter avviare il commercio di pellet.

1)    NON AVERE LA P.IVA INTESTATA

2)    NON ESSERE OCCUPATO

3)    NON SUPERARE I 25.000 DI INVESTIMENTO TRA ARREDI,ATTREZZATURE E RISTRUTTURAZIONI.


Esempio di investimento per iniziare l’attività:

BENI STRUMENTALI

FURGONE (per le consegne degli ordini)                 15.800,00

MULETTO (per carico e scarico bancali)                   6.500,00

PC (per controllo giacenze di magazzino)                      900,00

SITO INTERNET (per pubblicità)                                    1300,00

INSEGNA PUBBLICITARIA                                                500,00

 

TOTALE                                                             25.000,00  Euro

+ SPESE AFFITTO                                         5.000,00  Euro

                                                                                       

IMPORTO COMPLESSIVO                     30.000,00  Euro

ECCO L’IMPORTO SU CUI VERRA’ CALCOLATO IL  CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

Consigli utili per condurre al meglio la tua attività.

1)    Punta sulla qualità del prodotto vendendo pellet di qualità come quello ottenuto dal FAGGIO e CONIFERE;

2)    Differenziati dalla concorrenza offrendo la consegna a domicilio;

3)    Stringi accordi con varie tipologie di clienti come le ferramente al dettaglio e all’ingrosso che vendono già questo prodotto. Potrebbero diventare potenziali clienti.
4) Aumenta la tua clientela in modo consistente, informandoli che fino al 30 giugno 2013 l’importo della detrazione irpef per l’acquisto di una stufa a pellet è salito dal 36% al 50%. Infatti tale acquisto rientra tra gli interventi agevolabili per il risparmio energetico, anche in assenza di opere edili.

 




Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su skype
Condividi su telegram
Condividi su print

14
Scrivi il tuo commento

avatar
7 Comment threads
7 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
8 Comment authors
fabioaldo papaliniMauroriccardomarco Recent comment authors
  Iscriviti  
Notificami
aldo papalini
Ospite
aldo papalini

sono interessato alla realizzazione di un impianto per la produzione di pellet e la sua commercializzzione, eventualmente utilizzando la formula della vendita diretta al consumatore, con la consegna diretta del prodotto.
l’attività verrà collocata nella regione lazio.
per la richiesta dei finanziamenti a fondo perduto e/o a tasso agevolato, ci sono delle scadenze per le domande??.
vi ringrazio anticipatamente per il supporto che vorrete darmi.

Mauro
Ospite
Mauro

Ciao Fabio,l’opportunità la trovo molto interessante ma la domanda nasce spontanea… in primavera ed estate quante sono le persobe che acquistano pellet?… A me sembra più fruibile in un altra attività commerciale con annessa vendita del prodotto…

riccardo
Ospite
riccardo

Buongiorno, avrei alcune domanda da chiedere forse per voi saranno domande banali ma non avendo mai avuto un attività non me ne intendo. 1. I finanziamenti a fondo perduto dati dallo stato per avviare questo tipo di attività (commercio di pellet ) arriva ad un massimo di 30 mila euro?? 2. Di questi 30 mila euro 15 mila (la meta) vanno restituiti alla stato e in quanto tempo ? 3.Tutti possono fare domanda o servono particolari requisiti ? 4.Questo bando vale anche per la regione toscana dove io abito ? 5.Che possibilità ci sono per avere gli incentivi ?? 6.Per… Leggi il resto »

marco
Ospite
marco

informazioni per impresa pellet

alessandro
Ospite
alessandro

salve cosa devo fare per aprire un attivita sulla commercializzazione del pellet quali sono tutti i passaggi e dove trovare finanziamenti a fondo perduto ciao grazie

angelo
Ospite
angelo

Buonasera è come trasformate il tutto in pellet?Ci vuole un macchinario?Dove sta in questo vostro bilanci? BENI STRUMENTALI FURGONE (per le consegne degli ordini) 15.800,00 MULETTO (per carico e scarico bancali) 6.500,00 PC (per controllo giacenze di magazzino) 900,00 SITO INTERNET (per pubblicità) 1300,00 INSEGNA PUBBLICITARIA 500,00 TOTALE 25.000,00 Euro + SPESE AFFITTO 5.000,00 Euro

marco fenu
Ospite
marco fenu

vorrei accedere a questo progetto avendo i requisiti per farlo.

Autore Dell’articolo

CATEGORIE