mercoledì, 12 dicembre 2018 13:03:51
Finanziamenti a Fondo Perduto Regionali ed Europei

FINANZIAMENTI EUROPEI E INCENTIVI ALLE IMPRESE

Aprire una attività con meno di 1.700 euro: Antifurti tecnologici e sistemi di sicurezza di nuova concezione

Una delle domande più frequenti che mi sento rivolgere è quella di Agostino: “Come posso aprire una nuova attività se non ho ancora i requisiti per ottenere un finanziamento a fondo perduto regionale e ho zero risparmi e nessun capitale da investire?”

Hai due strade ed una terza alternativa:

STRADA N.1: Scegli di fare un percorso di “gavetta” all’interno di un’azienda in cui apprendi la conoscenza e le competenze per dominare il mestiere e poi ti metti in proprio.

A TUO FAVORE: l’esperienza acquisita nel settore ti permette di avere attestati e qualifiche per chiedere i contributi (devi avere un minimo di esperienza nel settore) e con un buon business plan avresti ottime probabilità che un Ente pubblico ti finanzi l’iniziativa con finanziamenti a fondo perduto.

A TUO SFAVORE: E’ difficile trovare un’azienda che ti assume per fare esperienza e anche fossi fortunato nel trovarla dovresti investire diversi anni a fare la “gavetta” per diventare un esperto. Spesso poi ti assumono con contratti di lavoro non propriamente vantaggiosi per il lavoratore e vivi nella precarietà.

Logika foto trailer youtube Antifurto casa impianto di allarme idea d'impresa

STRADA N.2: Scegli di risparmiare fino a quando non hai raggiunto buona parte dei capitali che ti servono per iniziare l’attività, poi chiedi un prestito bancario per la parte rimanente.

A TUO FAVORE: Usare i propri risparmi ti fa ridurre l’indebitamento bancario,

A TUO SFAVORE: devi comunque ricorrere a debiti bancari anche piuttosto ingenti per iniziare una qualsiasi attività perchè occorre acquistare attrezzatura, arredi, (anche furgoni attrezzati se si tratta di attività artigianali come elettricisti, idraulico, ambulanti). Devi inoltre attendere molti mesi o anni prima di aver risparmiato il 20% o 30% di quello che investirai in proprio.

LA TERZA ALTERNATIVA:
Scegliere un’attività innovativa che:
1) NON RICHIEDE GROSSE SOMME DA INVESTIRE, con cui è possibile iniziare l’attività con meno di 2.000 euro,
2) NON RICHIEDE ANNI DI “GAVETTA”, ma un periodo di apprendistato di alcuni mesi per padroneggiare il mestiere e la tecnica,
3) NON RICHIEDE L’APERTURA IMMEDIATA DELLA P.IVA, come nella maggior parte delle attività, per cui è possibile lavorare ed incassare fino a 5.000 euro senza subire i costi dell’agenzia delle entrate, dell’inps, inail, ecc…
4) IN UN SETTORE CON BUONA MARGINALITA’ DI GUADAGNO E CHE NON CONOSCE CRISI, come quello della prevenzione dei furti in casa e nelle aziende, in cui puoi fare la differenza informando imprenditori e famiglie sui dispositivi di antifurto e sistemi di sicurezza di nuova concezione, che ancora in pochi sanno esistere per sconfiggere la criminalità e proteggere aziende e abitazioni dai ladri.

Questo è il primo passo per mettersi in proprio senza “rischiare”.
Una volta avviato e ottenuti i primi clienti ed incassi, prima di aprire la p.iva sarà possibile fare domanda di contributo per finanziamenti agevolati facendo una lista di tutte le attrezzature e utensili necessari per l’attivazione di un ufficio permanente o un laboratorio di impiantistica professionale.

CLICCA SU “PLAY” PER FAR PARTIRE IL VIDEO:


INSERISCI NEL MODULO QUI SOTTO NOME ED EMAIL PER RICEVERE IL VIDEO GRATUITO COMPLETO DI DIMOSTRAZIONE PRATICA  E SUGGERIMENTI DA FAUSTO CORDANI:

Chiedo video di approfondimento e suggerimenti




Motivazione della richiesta



 


Ti piace questo articolo? Condividilo!

Info sull'Autore

2 Commenti

  1. Giorgio 13 novembre 2013 at 23:32

    Buonasera, vorrei gentilmente sapere com’è possibile iniziare q svolgere questa attività senza inizialmente aprire partita IVA, domanda banale, come posso fare a procurarmi clienti senza avere una ditta aperta con un ufficio di riferimento?Grazie e cordiali saluti.

    • fabio 15 novembre 2013 at 17:35

      Salve, si chiama contratto di collaborazione occasionale, fino a 5.000 euro puoi rilasciare ricevute regolari senza aprire la p.iva. Però questo non solo te l’ho scritto sul post, ma te lo può spiegare meglio un qualsiasi commercialista. Ciao. Fabio

Lascia Un Commento