VOGLIO APRIRE UN BAR – RISTORANTE: ESISTE UN CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A CUI POSSO ACCEDERE?

La domanda che più spesso mi sento rivolgere è proprio quella del titolo.

La risposta sintetica è: “Per chi apre una nuova attività nel servizio bar/ristorazione i contributi vanno dal 20% al 50% a fondo perduto, a seconda della tipologia dei soci (numero di occupati/non occupati) e del tipo di società costituita (società di persona o di capitali)”

Suggeriamo al vostro commercialista la configurazione societaria migliore per rendere la società compatibile con il maggior numero di bandi, per questo è fondamentale seguire questi 2 suggerimenti, leggi sotto:

Potrebbe essere sufficiente anche un rimborso del 20% della spesa investita (bando n.1), ma se non è sufficiente o non hai  fretta di aprire immediatamente potresti accedere al bando più appetibile (50% a fondo perduto). In tal caso bisogna però essere ancora più previdenti.

ECCO ALCUNI ERRORI DA EVITARE:

HAI IL S.A.B.?

Prima di buttarsi nell’avventura di un bar/ristorante, è necessario sapere che uno dei soci deve essere in possesso dell’attestato S.A.B., cioè aver superato l’esame di Somministrare Alimenti e Bevande. (S.A.B. appunto)

Per capire se almeno uno dei soci ha i seguenti requisiti, chiediti queste 2 domande:

1) Tu o il tuo socio, sei in possesso dell’attestato S.A.B. per somministrare alimenti e bevande?

Senza il S.A.B. non si può aprire nè bar nè ristorante e non è sufficiente nominare un preposto (una terza persona che non è socia), deve obbligatoriamente essere un socio lavoratore!

2) Sei attualmente occupato o non occupato?  Hai fatto esperienze lavorative in settori similari?

SUGGERIMENTO N.1 per avere un punteggio più elevato:
– Piuttosto che aprire uno svalutatissimo bar standard (oltre il 50% chiude o cambia gestione prima dei due anni di attività, basta osservare i bar locali intorno alla tua zona di residenza e conta  quanti hanno cambiato gestione negli ultimi 2 anni),  TI SUGGERISCO QUESTE VARIANTI:

a) Bar-pasticceria (con annesso laboratorio artigiano di produzione di dolci o paste),

b) Bar-gelateria artigianale

Osserva quali innovazioni ha inserito nel suo Bar

(produz. in proprio di gelato con strumentazione),

Guarda il caso di successo “Bar-mokita”

c) Paninoteca con somministrazione (ma l’attività principale è la preparazione e la cottura di cibi da asporto , con dei forni su misura),

d) Piadineria / kebab o pizza da asporto (senza tavoli e sedie perché non c’è nessun servizio al tavolo, così viene riconosciuta come attività artigianale).

e) Produzione di pasta fresca, gastronomia, rosticceria (in questo caso non c’è bar-somministrazione di bevande).

L’importante è che l’attività principale sia artigianale, mentre il bar-somministrazione di bevande è solo secondaria: quindi nel piano degli investimenti occorre aggiungere le attrezzature da laboratorio (forno, ecc..)

Almeno uno dei soci ha le competenze di cucina o per eseguire una delle produzioni sopra suggerite?

In tal caso hai una probabilità superiore al 90% di ottenere il finanziamento agevolato e il contributo a fondo perduto.

 

SUGGERIMENTO N.2:
Se hai già individuato un locale dove iniziare l’attività, chiama un arredatore-rivenditore di mobili-arredi per bar-ristoranti-gastronomie-negozi. Chiedigli di fare una stima del totale attrezzature e arredi necessari per iniziare l’attività in base ai metri quadri del locale.

NON E’ NECESSARIO IMPEGNARSI CON CONTRATTI DI AFFITTO.
Consigliamo di attendere l’esito della domanda di agevolazione e quando il contributo sarà stato erogato iniziare a pagare i fornitori e iniziare la produzione. In questo modo tutto il progetto può essere finanziato senza indebitarsi in banca.

 

SUGGERIMENTO N.3:

COMPILA il modulo qui sotto ed INVIA l’elenco delle spese che devi affrontare per aprire la tua attività:

Ricevuto l’elenco risponderemo con alcuni consigli per ottimizzare il contributo a fondo perduto.

Il passo successivo è recarsi presso lo studio del vostro commercialista e farci contattare per chiarire gli ultimi aspetti per il tipo di società da costituire.

Buon lavoro e cordiali saluti.

Fabio Centurioni

 

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo con i tuoi amici
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su skype
Condividi su telegram
Condividi su print

151
Scrivi il tuo commento

avatar
85 Comment threads
66 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
83 Comment authors
Laura RossettiAlfredolulafabioGiacomo Di Laurenzio Recent comment authors
  Iscriviti  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Alfredo
Ospite
Alfredo

Buon pomeriggio, sono un ragazzo di 25 anni che vorrebbe aprire una caffetteria/tavola calda e sono in cerca del bando più adatto alle mie esigenze ma volevo sapere: non avendo attualmente attività lavorativa, con i fondi del bando, oltre alle varie spese di beni strumentali, posso usufluirne anche per pagare le prime spese di affitto di un locale? Grazie in Anticipo

lula
Ospite

Buonasera.ho fatto un corso professionale come RESPONSABILE IN SERVIZI DI RISTORAZIONE E AGRITURISMO,con HACCP,PRIMO SOCCORSO E ANTINCENDIO.Sono vantaggiata per fare il SAB e cosa mi manca,i passi da fare.Grazie in anticipo

Giacomo Di Laurenzio
Ospite
Giacomo Di Laurenzio

Buonasera, ho 25 anni e ( seppur al momento lavoratore dipendente c/o un’agenzia di infortunistica stradale) ho intenzione di aprire un ristorante stile vintage in roma. volevo sapere di quale percentualità di fondo perduto potrei usufruire. Saluti

giovanni
Ospite
giovanni

salve, volevo sapere se esistono contributi a fondo perduto o a tasso agevolato per l’acquisto di un “bar tavolacalda” già avviato da anni a cui posso accedere.??
Ho 25 anni.grazie

gennaro
Ospite
gennaro

ho intenzione di acquistare un albergo ma non ho liquidità esiste qualche fondo agevolato per poter aprire questa attività.

Mariano
Ospite
Mariano

Chiedo finanziamento x pub

Raffaele
Ospite
Raffaele

Salve ho 20 anni ed ho appena concluso il corso cuoco della chef academy di terni dove mi è stato rilasciato l’attestato di qualifica professionale legalmente riconosciuto di Cuoco , attestato HACCP , attestato sicurezza per addetti ai servizi ristorativi. Io ed un mio amico vorremmo aprire un locale stile fast food ma con pane fatto in casa e pietanze tutte artigianali e poi magari allargarci creando un franchising, però ho intenzione d fare prima un pò di esperienza per 1-2 anni in questo settore. Il mio socio però non fa questo mestiere ma lavora come programmatore PLC, possiamo lo… Leggi il resto »

Claudio
Ospite
Claudio

Buona sera,avrei in progetto di aprire un ristò bar,con un altro socio. Lui e’ uno chef con diploma. over 37 anni,io 40 anni sempre lavorato nell ambito della ristorazione,premetto che non abbiamo fretta e stiamo valutando varie opzioni. Da come ho letto nel vostro sito e’ molto piu’ facile accedere ad un finanziamento a fondo perduto se si apre una attività nuova e di tipologia artigianale. Dunque un bar o un ristorante si può finanziare? Questa tipologia da voi citata che differenza ha da un ristò bar c) Paninoteca con somministrazione (ma l’attività principale è la preparazione e la cottura… Leggi il resto »

Francesco
Ospite

Salve,
siamo nel settore HoReCa da quasi 30 anni ma con questa crisi esistente vorremo spostare la nostra attività e continuare a produrre accedendo a contributi se possibile.

salti Merlini san Gabriele srls

Ferdinando
Ospite
Ferdinando

Salve volevo comprare un autonegozio con mio fratello (prodotti ittici) con vendita itinerante nella provincia di foggia lui ha gia’attestato s.a.b.Ho 40 anni posso richiedere un aiuto per comprare l’automezzo?

Autore Dell’articolo