Voucher Innovation Manager: fondo perduto del 50% bando innovazione

Voucher Innovation Manager: €40.000 a fondo perduto per innovare produzione e marketing della tua azienda

Il Mise ha creato il “Voucher per l’Innovation Manager” per aiutare le imprese italiane come la tua nell’evoluzione tecnologica dei processi che riguardano la Produzione e la Vendita.
Grazie a innovazione e digitalizzazione dell’azienda (o delle reti d’impresa), l’incentivo ti porta ad AUMENTARE IL FATTURATO e i PROFITTI mediante la consulenza di un esperto di trasformazione tecnologica: l’Innovation Manager.

Il Voucher Innovation Manager è un contributo a fondo perduto.

Serve a pagare il 50% della consulenza di Manager temporanei che lavorano all’interno della tua azienda per un periodo minimo di 9 mesi.

COME FUNZIONA:

cos'è l'innovation manager e cosa finanzia l'agevolazione 

Per il Voucher Innovation Manager il Ministero ha stanziato 50 milioni di euro per il 2020.

Per ricevere il contributo a fondo perduto, dovrai inviare la domanda velocemente per entrare in graduatoria e accedere alla fase di valutazione della tua richiesta di incentivo.

Infatti le domande saranno valutate in base all’ordine di arrivo. Esauriti i 50 milioni di euro disponibili con le prime domande ricevute, per le domande arrivate in ritardo non sarà più possibile ricevere l’agevolazione.

Il “Voucher per l’Innovation Manager” serve ad ammodernare la gestione e l’organizzazione della tua impresa secondo quanto previsto dal Piano Nazionale Impresa 4.0. incluso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali.

Quanto puoi ottenere dal contributo:

DESCRIZIONE

ESEMPIO
40.000 euro per le micro e piccole imprese (da 1 a 50 dipendenti) nel limite del 50% delle spese.Spesa 80.000 euro x 50% = 40.000 contributo
25.000 euro per le medie imprese (da 51 a 250 dipendenti) nel limite del 30% della spesa.Spesa 83.300 euro x 30% = 25.000 contributo
80.000 euro per le reti d’impresa nel limite del 50% delle spese sostenute.Spesa 160.000 euro x 50% = 80.000 contributo

Perché l’Innovation Manager è importante per la tua azienda?

L’Innovation Manager è un consulente esterno che lavora alcuni mesi da te per sviluppare e rendere profittevoli i processi digitali di produzione, le vendite digitali e il potenziamento del tuo brand sul mercato.

Ti aiuta a sviluppare il Piano Impresa digitale 4.0.

L’incentivo copre le spese per la consulenza specialistica resa da un manager dell’innovazione:

  • qualificato, cioè iscritto all’Albo degli Innovation Manager;
  • indipendente, non deve essere un tuo dipendente;
  • temporaneo, cioè inserito in organico con un contratto di consulenza di durata non inferiore a nove mesi.

Esistono due tipi di Innovation Manager, in base alle competenze che mettono al tuo servizio.

L’innovation Manager di tipo 1:
esperto del ciclo produttivo, per aumentare la PRODUZIONE

Il suo lavoro è rendere più efficiente la produzione, aumentare la gamma dei tuoi prodotti, abbattere sprechi di risorse e di tempo.

La sua consulenza serve a individuare le tecnologie più indicate per lo sviluppo della tua parte produttiva, e a formare lo staff che andrà ad utilizzarle.

Inoltre, ti aiuta a migliorare e proteggere i sistemi informatici della tua azienda per mettere al tuo servizio le tecnologie più efficaci, proteggendoti da violazioni e attacchi alla tua sicurezza.

Quali sono le spese ammissibili per l’Innovation Manager di Tipo 1?

L’Innovation Manager di Tipo 1 si può occupare di:

  1. big data e analisi dei dati, quindi della raccolta e studio di grandi quantità di dati per aiutarti a prendere decisioni sulla produzione;
  2. cloud, fog e quantum computing, sistemi informatici per gestire ed elaborare diverse centinaia di Gigabyte di dati ogni giorno;
  3. cyber security, per proteggere i tuoi sistemi da intrusioni informatiche e furto di dati, progetti e informazioni riservate (anche sui tuoi clienti);
  4. integrazione delle tecnologie della Next Production Revolution (NPR), la rivoluzione produttiva dettata da nuove tecnologie digitali, nuovi materiali e nuovi processi;
  5. simulazione e sistemi cyber fisici, cioè sistemi informatici che interagiscono fisicamente con il mondo reale. Ad esempio per domotica, robot cooperanti, telecomunicazioni, automobilismo e fabbriche intelligenti.
  6. prototipazione rapida, per diminuire costi e tempi di realizzazione dei prototipi di nuovi prodotti;
  7. sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);
  8. robotica avanzata e collaborativa, robot sempre più diffusi sulle linee per alleviare la fatica, ridurre le ore di lavoro e i tempi di esecuzione degli operatori.
  9. interfaccia uomo-macchina, la tecnologia che consente all’uomo di operare e interagire con le macchine;
  10. manifattura additiva e stampa tridimensionale, per realizzare preserie di produzione e di controllo, campionature e prodotti finiti in piccole quantità;
  11. internet delle cose e delle macchine, che permette di controllare da remoto dispositivi e apparecchiature.

L’innovation Manager di tipo 2:
Esperto in organizzazione e marketing digitale, per aumentare VENDITE e FATTURATO

Il Manager dell’Innovazione Organizzativa aumenta i profitti della tua azienda grazie alle tecnologie digitali al servizio del reparto commerciale.

Ti aiuterà a:

  • incrementare il fatturato generato nel tempo da ogni singolo cliente acquisito;
  • organizzare le vendite ed i venditori;
  • creare una strategia di marketing e comunicazione per attirare nuovi clienti in maniera continua e ripetuta;
  • aumentare i margini e i profitti per ogni prodotto venduto;
  • sondare ed entrare in nuovi mercati che non hai mai valutato prima;
  • lanciare nel migliore dei modi nuove gamme di prodotti;
  • consolidare i brand della tua azienda e dei tuoi prodotti sui mercati che ti interessa presidiare;
  • ridurre gli sprechi usufruendo delle tecnologie digitali.

Quali sono le spese ammissibili per l’Innovation Manager di Tipo 2?

La consulenza e la formazione dell’Innovation Manager di Tipo 2 può riguardare:

  1. integrazione, automazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
  2. programmi di digital marketing, volti ad aumentare le vendite;
  3. processi per la valorizzazione di marchi e segni distintivi (il cosiddetto “branding“) e sviluppo commerciale verso mercati nuovi o esistenti;
  4. programmi di open innovation, cioè il modello di innovazione per cui le aziende possono ricorrere a risorse e capitali provenienti dall’esterno (startup, università, fornitori…)

I voucher coprono tipologie diverse di spesa, per consulenze dedicate a:

  • orientare i processi di ammodernamento degli assetti gestionali;
  • processi organizzativi;
  • l’accesso ai mercati finanziari;
  • l’accesso ai mercati dei capitali.

L’INNOVATION MANAGER ha il compito di:

  1. applicare nuovi metodi organizzativi nelle pratiche commerciali, nelle strategie di gestione aziendale e nell’organizzazione del luogo di lavoro.
    È fondamentale che implichino un significativo processo di innovazione organizzativa dell’impresa.
  2. avviare percorsi finalizzati alla quotazione su mercati regolamentati o non regolamentati, alla partecipazione al Progra
  3. mma Elite, all’apertura del capitale di rischio a investitori indipendenti specializzati nel private equity o nel venture capital.
    E non è finita, perché ti aiuta nell’utilizzo dei nuovi strumenti di finanza alternativa e digitale come ad esempio l’equity crowdfunding, l’invoice financing, l’emissione di mini bond.

Quando e come presentare le domande per il contributo a fondo perduto

L’iter di presentazione delle domande di agevolazione segue queste fasi:

  • SCADENZA: i termini ultimi per la presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni sono IN FASE DI DEFINIZIONE.
    In ogni caso, i 50 milioni di euro disponibili saranno erogati in base all’ordine cronologico di arrivo delle domande.
  • invio della domanda di accesso alle agevolazioni: data di apertura prevista NOVEMBRE 2020

I Voucher consentono anche di acquistare le tecnologie e le attrezzature?

No, ma ci sono altri bandi che puoi mettere “in cascata” al Bando Innovation Manager e sfruttare altre agevolazioni e incentivi per comprare ciò che ti serve.

Questi altri incentivi dipendono da cosa vuoi acquistare, dal tuo settore, dalla tua Regione e da molti altri fattori. Insomma, il tuo progetto deve avere certi requisiti specifici per concatenare due o più bandi.

Ti aiuteremo a fare in modo che li abbia, perché la tua domanda dovrà essere impostata secondo il nostro esclusivo METODO CENTURIONI. Così potrai accedere ad agevolazioni multiple per sviluppare e innovare la tua azienda.

Il primo passo che devi fare è questo: Compila il TEST cliccando sul pulsante qui sotto e rispondi a tutte le domande.

Il Bando riapre a breve! Ma non tutti possono accedere…
HAI I REQUISITI PER OTTENERE IL CONTRIBUTO?
Scoprilo con il Test Gratuito:

FAI IL TEST QUI

Buon lavoro e buona giornata,

Dott. in econ. e ammin. delle imprese
Esperto in agevolazioni e incentivi per le aziende italiane

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo con i tuoi amici
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su skype
Condividi su telegram
Condividi su print
Iscriviti
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Liliana
10 mesi fa

Buongiorno Dott. Centurioni, volevo sapere da data di scadenza per la presentazione della domanda corrispondente all’anno 2020.
grazie

Autore Dell’articolo

Bandi in Anteprima?

Grazie alla Newsletter INFO BANDI ricevi con mesi di anticipo le News sui Bandi e Agevolazioni per la tua impresa!

NON RIMANERE ESCLUSO!